Ein Projekt des Schweizerischen Gemeindeverbands.
Un projet de l’Association des Communes Suisses.
Un progetto dell’Associazione dei Comuni Svizzeri.

Parlamento virtuale dei giovani a Zollikofen

Sommario
Fatti/Cifre
Video/Impressioni
Contatto/links
Documenti
Dal 2003 il Comune di Zollikofen dispone di un parlamento virtuale dei giovani (virtuelles Jugendparlament, VIJUPA), composto da tutti i giovani che vivono a Zollikofen di età compresa tra i 14 e i 18 anni. Ogni anno ha luogo una «sessione» della durata di una settimana nel corso delle lezioni scolastiche. I giovani si incontrano in uno spazio virtuale e votano online sul sito web del Parlamento dei giovani. Oltre alla parte virtuale, per ogni sessione hanno luogo uno o due forum di discussione con politici.

I giovani votano sui punti seguenti:

→ Tre postulati: I postulati sono proposte dei giovani che desidererebbero vedere attuate. I postulati che trovano il consenso della maggioranza vengono sottoposti al municipio;

→ L’assegnazione di premi in denaro: ogni anno il Comune di Zollikofen offre ai suoi giovani la possibilità di assegnare una somma di 3'000 franchi a un progetto degno di essere realizzato in patria o all’estero. I giovani votano online per decidere chi debba ricevere questo premio. Il precedente premio di riconoscimento per il volontariato (1'000 franchi), che veniva assegnato ogni anno, è stato sostituito a partire dal 2019 dal nuovo “Prix Zolli” (Premio Zolli). Il “Prix Zolli” (3'000 franchi) viene assegnato ogni due anni a una persona, a un gruppo di persone, a un’associazione, a un’istituzione o a un’impresa che ha dato un contributo speciale nei settori della cultura e dell’arte, dello sport, dell’economia o del sociale. Una giuria valuta le candidature ricevute. I giovani votano online e decidono chi debba ricevere questo premio. Infine, il Municipio, su proposta della giuria e tenendo conta dei risultati del Vijupa, sceglie la vincitrice o il vincitore.

Alla festa di fine anno della scuola secondaria vengono presentati i risultati nell’auditorium e vengono consegnati i premi.

L’ultima sessione del parlamento virtuale dei giovani ha avuto luogo dal 28 ottobre al 1° novembre 2019. I giovani hanno discusso i seguenti postulati sul tema della protezione dell’ambiente e del clima: aria condizionata in classe, bottiglie sostenibili per tutti, promozione di sistemi di energia solare.

 

in comune ha avuto la possibilità di assistere ad una sessione del Vijupa e di osservare i ragazzi in azione. Grazie mille!

10474
I costi iniziali del progetto ammontano a 22‘000 franchi (comprendenti principalmente i costi una tantum per la realizzazione tecnica, ad esempio la progettazione del sito web del Parlamento dei giovani). Ogni anno al Vijupa è dedicato un credito di 7'000 franchi (compresi i premi in denaro).
Il progetto è organizzato e gestito dal Comune di Zollikofen, dalla scuola secondaria, dall’Ufficio bambini e giovani così come dall’animazione socioculturale della gioventù della parrocchia cattolica e della parrocchia riformata.

Rappresentanti e collaboratori della parrocchia, della scuola secondaria, dell'Ufficio bambini e giovani, dell’animazione socioculturale della gioventù della parrocchia cattolica e della parrocchia riformata; giovani tra i 14 e i 18 anni.

L’idea di istituire un parlamento dei giovani è nata dalla volontà di trasmettere ai giovani conoscenze in merito ai processi politici: per la prima volta i ragazzi ricevono la possibilità di votare e quindi di partecipare alla vita della comunità.

In alcuni casi, il coordinamento tra la volontà della scuola e dei giovani di partecipare attivamente alla realizzazione dei progetti e le esigenze del Comune (per esempio l’attuazione concreta dei progetti da parte di aziende esterne) non è scontato.

Nella maggior parte degli anni, il tasso di partecipazione al voto era almeno del 50%. Nel 2018, ad esempio, il 52% dei giovani contattati ha preso parte alla votazione e sono state trasmesse 101 domande al Sindaco e 37 ai politici invitati.

Due terzi dei postulati trasmessi sono stati attuati. Si tratta dei progetti più realistici e realizzabili con le risorse disponibili. Tra i postulati implementati con successo figurano per esempio lo skate park e il campo da beach volley.

I giovani si interessano allo sviluppo dei progetti.

Il Vijupa in pratica:

1. I giovani possono inviare suggerimenti per e-mail o SMS entro fine agosto/inizio settembre. Il Consiglio degli studenti sceglie poi tre postulati che saranno discussi e votati dai giovani.

2. In ottobre, l’Amministrazione comunale fornisce a tutti i giovani tra i 14 e 18 anni le password personali necessarie per le votazioni. Le password sono consegnate a scuola dagli insegnanti. I giovani che frequentano altre scuola o che non vanno più a scuola ricevono le password per posta.

3. A fine ottobre/inizio novembre si svolge la sessione durante una settimana. I giovani discutono e votano online; possono scrivere commenti sul sito web e reagire ai commenti di altri giovani. Gli insegnanti sono presenti alla sezione per rispondere alle domande degli studenti.

4. Durante la settimana di sessione, i giovani hanno la possibilità di discutere online con politici invitati e di scambiare idee con il Sindaco. Oltre alla parte virtuale si svolgono uno o due forum di discussione con politici invitati.

5. La sessione si conclude il venerdì e i risultati delle votazioni sono pubblicati sul sito web.

6. In occasione della festa di fine anno della scuola secondaria sono presentati i risultati nell’auditorium e vengono assegnati i premi.

Kinder und Jugendliche
Politische Bildung
Wiederkehrender Anlass

Webseite des Virtuellen Jugendparlaments Zollikofen

Leo Salis, Vorsitzender der Arbeitsgruppe Vijupa (leo.salis@kathbern.ch)

Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen

Contatto

Associazione dei Comuni Svizzeri
Casella Postale, Laupenstrasse 35, CH-3001 Berna
Tel.: 031 380 70 00
verband(at)chgemeinden.ch

Seguiteci su

"In comune" auf Facebook (öffnet neues Browserfenster)

Associazione dei Comuni Svizzeri

Schweizerischer Gemeindeverband
 

2013. Tutti i diritti riservati. Per ulteriori informazioni potete consultare le «Informazioni legali generali, protezione dei dati».