Ein Projekt des Schweizerischen Gemeindeverbands.
Un projet de l’Association des Communes Suisses.
Un progetto dell’Associazione dei Comuni Svizzeri.

Approfondimento: partecipazione digitale

13.12.2019

Termini come e-government, e-voting e tecnologie civiche sono sulla bocca di tutti. Ma cosa significano per la partecipazione dei cittadini svizzeri? in comune affronta il tema della digitalizzazione e della partecipazione digitale in una rubrica propria e si occupa in particolare della questione se e in quale misura la digitalizzazione può promuovere la partecipazione della popolazione alla vita del proprio comune.


La digitalizzazione ha cambiato la nostra vita. Le tecnologie moderne hanno reso più rapido e semplice lo svolgimento delle azioni più diverse, come per esempio acquistare online un capo d’abbigliamento o un biglietto per un concerto o un biglietto aereo. Internet e i dispositivi elettronici hanno anche reso più semplice entrare in contatto con persone che condividono gli stessi interessi e passioni simili: grazie all’utilizzo di piattaforme online oggi possiamo scambiare informazioni ed opinioni in tempo reale.

L’uso di internet non giova solo alle persone per i propri scopi personali. Sempre più amministrazioni utilizzano infatti internet per presentare i propri servizi alla popolazione e informarla su temi d’attualità ed eventi importanti. L’accesso dei cittadini alle informazioni dell’amministrazione è facilitato e molte pratiche amministrative possono oggi essere svolte online, tramite le piattaforme digitali dei diversi enti. I termini di e-government o amministrazione digitale si riferiscono proprio all’utilizzo da parte dei governi dei processi elettronici moderni per comunicare o raccogliere informazioni. I servizi online facilitano alle amministrazioni l’erogazione di servizi e l’espletamento di pratiche amministrative.

in comune affronta il tema della digitalizzazione e della partecipazione digitale in una rubrica propria. Il tema non è nuovo, ma continua a rimanere d’attualità. In settembre ha avuto luogo in diverse città svizzere la seconda edizione del Digital Day, un’iniziativa patrocinata dal mondo economico, dagli enti pubblici e dalla comunità scientifica. In marzo, la Federazione Svizzera dei Parlamenti dei Giovani (FSPG) ha tenuto la prima conferenza sul tema della Civic Technology, termine con il quale ci si riferisce alla partecipazione attiva dei cittadini al processo politico attraverso l’utilizzo di piattaforme e strumenti digitali. In questa occasione sono stati analizzati opportunità e rischi legati alla tecnologia civica ed è stata sottolineata la necessità di informare e sensibilizzare il pubblico al riguardo.

Tra le forme di partecipazione politica digitale va menzionato l’e-voting (voto elettronico) che, secondo i suoi sostenitori, semplifica la procedura di voto, impedisce il deposito di schede nulle e rende più efficiente il conteggio dei voti. Il voto elettronico pone tuttavia importanti interrogativi in termini di sicurezza e quindi di protezione dei dati personali da un lato e di rischio di manipolazione dei voti dall’altro. Attualmente in Svizzera non è possibile votare o eleggere online. La Confederazione sta esaminando la possibilità di introdurre il voto elettronico e negli ultimi anni, una decina di cantoni ha mosso i primi passi in questa direzione sperimentando alcuni processi digitali.

Un altro aspetto importante della partecipazione digitale è quello dell’accessibilità. Non tutti i cittadini hanno infatti accesso a internet e agli strumenti elettronici. Vanno dunque considerate le implicazioni del cosiddetto divario digitale (“digital divide”).

Nelle prossime settimane approfondiremo il tema della partecipazione digitale e del ruolo che essa può svolgere nella promozione della partecipazione delle cittadine e dei cittadini alla vita del loro comune. Presenteremo dei progetti che offrono alla popolazione nuove modalità di partecipazione e pubblicheremo contributi di esperti del settore per capire come sfruttare al meglio le opportunità offerte dalle nuove tecnologie digitali.

Ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa serie e auguriamo a tutti buona lettura!

 
 
Glossario


  • Per e-government (Governo elettronico) si intende il ricorso alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) nelle amministrazioni pubbliche, coniugato a un cambiamento organizzativo e a nuove competenze, con l’obiettivo di migliorare i servizi al pubblico, rafforzare il processo democratico e sostenere le politiche pubbliche. (Fonte)
  • Civic Technology: Il termine Civic Technology o Civic Tech si riferisce in generale a una serie di dispositivi digitali che mirano ad avvicinare i cittadini ai processi politici, trasformando il funzionamento della democrazia attraverso un rinnovo delle forme di partecipazione e impegno civico. (Fonte)
  • E-Voting (Voto elettronico): Con il voto elettronico i cittadini hanno la possibilità di votare via Internet e di esprimere così il proprio voto ovunque si trovino e senza essere legati a un orario. (Fonte)
  • Digital divide (divario digitale): Il termine indica il divario esistente tra chi ha accesso alla tecnologia (in particolare computer e Internet) e chi ne è escluso. (Fonte)

 
 

Condividi post

 
 
Diese Webseite verwendet Cookies. Durch die Nutzung der Webseite stimmen Sie der Verwendung von Cookies zu. Datenschutzinformationen

Contatto

Associazione dei Comuni Svizzeri
Casella Postale, Laupenstrasse 35, CH-3001 Berna
Tel.: 031 380 70 00
verband(at)chgemeinden.ch

Seguiteci su

"In comune" auf Facebook (öffnet neues Browserfenster)

Associazione dei Comuni Svizzeri

Schweizerischer Gemeindeverband
 

2013. Tutti i diritti riservati. Per ulteriori informazioni potete consultare le «Informazioni legali generali, protezione dei dati».